HOME.html

Salumi tipici locali:

Salame di Fabriano DOP, Prosciutto stagionato,

Soppressato, Lonza e Lonzino di maiale, Coppa


Tartufo Scorsone, nero e bianco di stagione.


Gnocchi freschi fatti a mano con sugo di papera al giovedì.

Vincisgrassi (pasta al forno con sugo di carne a pezzi e interiora).

Lasagne bianche con funghi e tartufo.

Cannelloni di pasta fresca con ripieno di carne o di ricotta e spinaci.

Passatelli in brodo di gallina o di cappone (nei mesi di Dicembre e Gennaio).

Primi piatti con asparagi selvatici in primavera.

Primi piatti con funghi spontanei di montagna in primavera e in autunno.

Nel periodo estivo è possibile inoltre gustare primi piatti di pasta fresca o secca con una delicata e gustosa salsa ai fiori zucca.


Il Fritto misto alla marchigiana: un misto di carni e verdure di stagione, accompagnati da gnocchetti di crema dolce, tutto in una panatura croccante e dorata.

Agnello: all’old ranch, a scottadito, ripassato in padella, fritto.

Baccalà in umido e all’anconetana.

Tra le carni, tipiche nella cucina dell’entroterra marchigiano, è possibile inoltre gustare il coniglio (in porchetta o al tegame), il piccione (ripieno), la faraona, a Natale il cappone e il tacchino; tutto rigorosamente selezionate in piccoli allevatori locali.


La polenta marchigiana macinata a pietra, tipica dall’impasto sottile, abbinata a sughi di carne o di funghi e salsiccia (la tipica salsiccia locale pepata), con tartufo della nostra area geografica, con la Sapa (mosto cotto) nei mesi di Settembre e Ottobre.


Cicoria e grugni spontanei di campo, ripassati in padella con aglio e peperoncino o in agro.

La Pizza di formaggio e la dolce Pizza di Pasqua tipiche ricette per la colazione Pasquale, abbinata la prima alla Frittata con la mentuccia fresca.


L’Estate è il periodo ideale per gustare la tipica Crescia cotta alla brace, come da tradizione della provincia anconetana, servita con Affettati di Salumi nostrani, Formaggi marchigiani di qualità, Erbe selvatiche o dell’orto saltate in padella con pomodoro o peperoncino.


Dolci freschi della tradizione locale: Crema della nonna al cucchiaio con alchermes o caffè, Ciambellone bianco e nero, nel periodo di carnevale le tipiche Castagnole con miele locale e alchermes, Ciambelline di patate.


e molto altro ancora...

 

Un viaggio nel tempo, nel gusto e nel comfort...  Villa dei Tigli è tradizione e qualità.

le Specialità

Oltre al Menu, i cui piatti vengono preparati espressi al momento dell’ordinazione,

le Chef propongono una serie di pietanze stagionali della cucina tipica preparate fresche come piatti del giorno. Le materie prime vengono reperite localmente, nei mesi estivi la verdura proviene dal nostro orto o da piccoli coltivatori nella campagna fabrianese.


E’ possibile quindi apprezzare:

RISTORANTERISTORANTE.htmlRISTORANTE.htmlshapeimage_3_link_0
CAMERECAMERE.htmlCAMERE.htmlshapeimage_4_link_0
STORIASTORIA.htmlSTORIA.htmlshapeimage_5_link_0
FOTOFOTO/FOTO.htmlFOTO/FOTO.htmlshapeimage_6_link_0
CONTATTICONTATTI.htmlCONTATTI.htmlshapeimage_7_link_0

info e prenotazioni


0732 626563

info@villadeitigli.net

APPUNTAMENTIEVENTI.htmlEVENTI.htmlshapeimage_8_link_0